La nostra associazione prende il suo nome da una regione del Perù, l’Apurimac, dove affianchiamo i padri agostiniani e le suore missionarie sin dal 1992: da allora abbiamo supportato l’infanzia abbandonata, garantito assistenza sanitaria, siamo intervenuti attivamente per promuovere la formazione giovanile, sempre come parte attiva delle missioni agostiniane.

L’Apurimac è una delle regioni più povere del Perù, lontana dai centri urbani e difficilmente raggiungibile a causa dei limitati collegamenti terrestri. Il ritardo nello sviluppo delle telecomunicazioni, l’alta incidenza di patologie causate dalla scarsa igiene, da stili di vita non salutari, si intrecciano ad un alto tasso di analfabetismo e ad un’economia di sussistenza.

La povertà e l’isolamento spingono le persone ad affidarsi a cure tradizionali, facilmente reperibili, e a rivolgersi a delle strutture sanitarie solo quando la situazione si aggrava. Inoltre, il sistema sanitario nazionale non riesce a rispondere alle esigenze della popolazione indigena: in un Paese in cui le strutture sanitarie pubbliche sono prive di strumentazione adeguata e di personale sanitario specializzato, l’accesso alle cure diventa un diritto inaccessibile perché impone costi troppo elevati.

Dal 2006 abbiamo deciso di rafforzare il nostro impegno in ambito sanitario, realizzando le “Campagne Itineranti di Salute”. Con questa attività siamo in grado di assistere i nostri beneficiari, intervenendo per migliorare la qualità e l’efficacia dei centri sanitari locali, grazie all’introduzione della telemedicina e puntando sulla formazione del personale sanitario locale, facilitando l’accesso ai servizi di assistenza alle fasce più deboli della popolazione e riducendo l’incidenza di malattie e decessi nell’area.

Caratteristiche generali

La regione Apurimac ha un'area geografica dell'1,6% del territorio nazionale. Con 20.896 km2 ha una popolazione totale di 405 mila 759 abitanti e una densità di popolazione di 19,3 abitanti per Km2.

La regione di Apurímac ha contribuito per il 23,6% alla crescita dell'economia del Perù nel 2017 (2,5%) stimolando il sottosettore minerario, ma questa crescita non è servita per contrastare il declino della povertà e per promuovere il miglioramento delle condizioni di vita e di salute degli Apurimeños.
L'economia dell'alta popolazione andina continua ad essere basata principalmente sulle attività agricole di sussistenza.

Area d'intervento

Apurimac ETS - Progetti_PeruL'area geografica di intervento in cui Apurímac ETS implementa il suo programma sanitario è il dipartimento di Apurímac. Nello specifico, la provincia di Cotabambas ha 50 mila 656 abitanti ed è la terza più popolosa dell'intera regione. Cotabambas è caratterizzata da un minore tasso di sviluppo umano nel paese (UNDP-2019). Il tasso di povertà è del 36,2% e la povertà estrema è del 3,6% (INEI-2018).

L'indice di anemia nella provincia di Cotabambas, secondo i dati del Sistema informativo sullo stato nutrizionale 2019 (SIEN), è la percentuale più alta della regione con una prevalenza del 26,2%, che rappresenta 1052 bambini <5 anni diagnosticati con anemia.

Questi dati si riferiscono agli elevati tassi di malnutrizione presenti nella stessa provincia con una prevalenza del 24,9%.  (Fonte: INEI - Indagine demografica e sulla salute familiare-ENDES- 2017);

La comunità beneficiaria dei lavori di ricerca deve avere leseguenti condizioni/caratteristiche:

  1. Percentuale significativa di anemia e parassitosi.
  2. Scarso accesso all'acquasicura.
  3. Conoscenza limitata di alimenti equilibrati e buone pratiche sanitarie.
  4. Presenza di Posizione/Centro Sanitario.
  5. Trenta famiglieche accettano e firmano le condizioni dello Studio Pilota con un impegno formale.

Parassiti intestinali.

PAHO/OMS stima che ci siano 992.649 bambini in età prescolare in Perù e 2.470.914 bambini in età scolare a rischio di infezioni geo elminti, nelle aree rurali il rischio è più alto (OMS 2017).

La presenza di parassiti intestinali, come gli elminti, causa la perdita di ferro, proteine e sangue che promuove la comparsa di immagini di anemia e malnutrizione cronica, principalmente nei bambini, così come l'alta prevalenza di diarrea. Per prevenire la parassitosi intestinale, gli specialisti raccomandano il lavaggio delle mani prima di preparare e mangiare cibo e dopo essere venute in bagno, il consumo sicuro di acqua, il corretto lavaggio  di frutta e verdura, lo smaltimento di rifiuti e rifiuti e soprattutto la dewoparasiation ogni sei mesi.

Anemia da carenza di ferro.

Il Ministero della Salute (MINSA) ha riferito che, grazie al lavoro coordinato con il Governo Regionale di Apurímac e la Direzione Regionale della Salute (DIRESA), il tasso di anemia nella popolazione infantile di Apurímac è sceso al 53,2% nei primi mesi del 2019. Attualmente secondo i dati di SIEN 2020 la provincia di Cotabambas ha una prevalenza del 31,5% di anemia nei bambini di età inferiore ai tre anni, cioè 823 bambini a cui è stata diagnosticata l'anemia. È estremamente importante continuare a sviluppare strategie concrete per ridurre l'anemia nei bambini di età inferiore ai tre anni nella regione di Apurímac.

Malnutrizione

"Apurímac è la quinta regione con il più alto tasso di malnutrizione cronica. Il 20,9% dei bambini di età inferiore ai cinque anni soffre di malnutrizione cronica, considerata l'espressione più cruda della povertà. La malnutrizione cronica è la mancanza di cibo o l'insufficiente quantità di calorie, sostanze nutritive, vitamine e minerali necessari per mantenere uno stato di salute e dimensioni in base all'età. L'assenza di questi fattori influisce sullo sviluppo della capacità fisica, intellettuale, emotiva e sociale dei bambini ed è associata al rallentamento della crescita, allo sviluppo psicomotorio e all'aumento del rischio di morbilità con effetti avversi a lungo termine, tra cui una ridotta capacità lavorativa fisica e prestazioni intellettuali" (MIDIS-Regional Alert Indicators 2018).

Malattie intestinali infettive

Le malattie diarrea sono la seconda causa di morte per i bambini di età inferiore ai cinque anni. Sono malattie prevenibili e curabili. L'infezione viene trasmessa da cibo contaminato o consumo di acqua, o da persona a persona a causa della scarsa igiene. Gli interventi per prevenire le malattie diarrea, in particolare l'accesso all'acqua potabile sicura, l'accesso a buoni sistemi igienico-sanitari e il lavaggio delle mani con sapone, riducono il rischio di malattie. La diarrea è una delle principali cause di malnutrizione perché priva i bambini dei nutrienti necessari per la loro crescita.

Dal 2006 realizziamo “Campagne Itineranti di Salute” in Apurimac grazie alla nostra Unità Mobile che ospita un laboratorio analisi, una farmacia e un ambulatorio. Grazie all’Unità Mobile un team composto da 15 operatori tra cui sanitari (medici generali, specialisti, dentisti, laboratoristi, infermieri, farmacisti e studenti di scienze infermieristiche dell’Università Tecnologica delle Ande di Abancay), animatori comunitari e logisti, italiani e peruviani, affiancati dal personale impiegato nei centri di salute delle comunità, può offrire gratuitamente servizi di triage, medicina generale, odontoiatria, laboratorio di analisi, ecografia e farmacia per 900 pazienti in 3 comunità per ogni campagna sanitaria della durata di 8 giorni.

Durante le campagne sanitarie itineranti si incontrano pazienti con patologie gravi e/o croniche: epilessia, ipertensione grave, traumi e infezioni gravi, diabete, malnutrizione, labbro leporino, patologie che necessitano di operazioni chirurgiche e che necessitano di analisi e indagini mediche approfondite con strumentazione non trasportabile oppure di ricovero.
Un gruppo ristretto a 5 operatori sanitari realizzerà 9 missioni per monitorare i casi critici che non necessitano di trasferimento, al fine di seguirne la risposta terapeutica.

Le attività

  • Triage, realizzato dalle infermiere (ricezione paziente, rilevazione parametri vitali, classificazione, compilazione storia clinica, sensibilizzazione);
  • Ambulatori Medicina Generale o Specialistica, realizzato dai medici (prevenzione, diagnosi, trattamento e terapie);
  • Appoggio alle attività di diagnosi (Laboratorio, ecografia, EKG, seconda opinione teleconsulenza);
  • Ambulatori di odontoiatria
  • Presa in carico dei casi critici
  • Farmacia e distribuzione dei farmaci realizzato dallo staff;
  • Laboratori di promozione della salute e prevenzione delle malattie,

 

Il numero di persone raggiunte

-  150 ACS (Agenti Comunitari di Salute) formati in primo soccorso e promozione di sani stili di vita

-    450 campesinos apurimeñi formati in educazione sanitaria per la promozione di sani stili di vita presso le proprie comunità rurali

-  2.000 utenti apurimeñi sensibilizzati attraverso la campagna di prevenzione

- 2.500 pazienti campesinos apurimeñi assistiti durante le campagne sanitarie itineranti

- 50 pazienti di casi sanitari critici assistiti e monitorati

- 50 operatori sanitari per corsi di formazione e aggiornamento per Operatori sanitari locali

- 1.400 campesinos apurimeñi beneficiari del potenziamento dei Centri periferici

Casi Critici
Durante la realizzazione delle campagne sanitarie itineranti si incontrano pazienti con patologie gravi e/o croniche: epilessia, ipertensione grave, traumi e infezioni gravi, diabete, malnutrizione, labbro leporino, patologie che necessitano di operazioni chirurgiche e che necessitano di analisi e indagini mediche approfondite con strumentazione non trasportabile oppure di ricovero.

Compila il form sottostante per essere sempre informato
sui progressi della nostra campagna

    Scroll to Top